Christopher Priest

Black Panther: Christopher Priest sul film e Everett Ross!

In onore del film su “Black Panther” c’è stata un’intervista a Christopher Priest, scrittore noto per la sua run di Black Panther di fine anni 90. Vediamo cosa ha da dire sul film e altro!

Christopher Priest è uno degli autori più importanti per il personaggio di T’Challa e per il Wakanda come lo conosciamo ora, ma lui non sembra definirsi l’unica ispirazione per il film:

“Il film è un insieme di Don McGregor, Ta-Nehisi Coates e me. Vedo un po’ di me in questo, ma vedo anche il 75% di Don e il 20% di Ta-Nehisi. Io ho solo ristrutturato la casa. Era la casa di Don, la casa di Stan. Il mio Black Panther era più freddo, recidivo, irriconoscibile in molti modi. Lo abbiamo visto attraverso gli occhi di Everett Ross. Nel film è più caldo e gradevole per poter prendere un pubblico più vasto.
All’inizio avevo paura che nessuno andasse a vederlo perchè era un personaggio nero. Ho parlato con Nate Moore e gli ho confidato i miei dubbi.
Ma quanto l’ho visto ho pensato che il film avrebbe avuto grande impatto, specie per le persone di colore. Sfido qualsiasi afro-americano a superare il primo atto senza commuoversi quando si arriva in Wakanda. Quando vedi la visione del Wakanda, capisci che quello è il mondo che potremmo costruire se non ci importasse delle cose stupide.
Lo abbiamo visto nei fumetti e nelle sceneggiature, non si è preparati per un impatto emozionale di un film, nel film di Coogler ti commuovi all’inizio e ti colpisce con forza e capisci che è qualcosa di speciale che ha avuto un grosso effetto sulle masse”

FInale alternativo

Ma secondo Christopher Priest questo è stato il momento giusto per farlo uscire?
“Credo che sia il momento giusto per come l’America si è polarizzata su ideologia e politica che si estende a razze e credo e orientamento sessuale. Alle origini di tutto c’era il tribalismo, questo film parla del tribalismo e come possa essere superato. C’è un tema universale che si può applicare a quello che stiamo passando ora. Spero che offra un sacco di speranza alle persone che hanno passato queste divisioni artificiali della società”
E Christopher Priest ha creato Everett K.Ross un personaggio che inizialmente non doveva essere in “Black Panther” :
“Non avevo lavorato su Black Panther al tempo. Ma quando abbiamo iniziato le trattative sulla serie, volevo un personaggio che rappresentasse lo scetticismo del lettore, perchè i personaggi di colore sono stati sempre difficili da vendere. Le persone volevano leggere un personaggio che li rappresentasse, e se aveste problemi nell’identificarvi con un re Africano, perchè non creare un sidekick. Ross era qualcuno che poteva raccontare lo scetticismo in modo comico. Era un personaggio che viveva nel mondo di Ka-Zar e l’ho solo portato in Black Panther”

Questo è quello che Christopher Priest aveva da dire su argomenti legati al film su Black Panther. Magari in un sequel vedremo l’atmosfera più fredda dei volumi di Christopher Priest.

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con l’autore riguardo al film e le tempistiche? Ditecelo nei commenti!


Volete sapere cosa ne pensano LadyLoki e Night di Black Panther? Eccolo in questo nuovo video!

Ecco le nostre ultime notizie dal mondo Marvel:
MCU: Come ha fatto Howard Stark ad ottenere il Vibranio?
Black Panther: Ryan Coogler sulla morte di Killmonger
Black Panther: Nate Moore su una scena tagliata!
Fresh Start: Tutto sulla nuova linea Marvel Comics!
Black Panther: Record al botteghino, Coogler ringrazia!
Black Panther: Coogler parla del finale alternativo!
MCU: Il sorriso di Paul Rudd al photoshoot spiegato!
Black Panther: Vedremo Okoye in una nuova relazione?
Black Panther: T’Challa sarà il leader degli eroi MCU?

Se vuoi scoprire altro sulla Marvel metti ‘Mi Piace’ alla pagina Facebook Il Bifrost dove verranno periodicamente inserite piccole curiosità e aggiornamenti di film e fumetti. Iscrivetevi al nostro gruppo Facebook I Guardiani della Marvel e gli X-Nerd per trovare altri fan Marvel con cui scambiare opinioni. Iscriviti al nostro canale TELEGRAM per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie!

Autore dell'articolo: Carol danvers

Carol, appassionata di fumetti, convinta che a volte le cose succedano per caso. Scrivo articoli, cerco ispirazione, sono qui ad intrattenermi ed informarmi con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *