serie animate DC

DCEU: 15 volte in cui le serie animate DC sono state migliori dei Film

Da anni la competizione tra i film DC e Marvel è serratissima. Ma se si guarda alle serie animate, come cambia la situazione del DCEU? Vediamolo insieme con questa classifica dei 15 cartoni animati DC migliori dei film!

Negli anni, i film DC hanno lottato per trovare lo stesso entusiasmo di quelli Marvel al box office. Una parte dei problemi è dovuta al fatto che la DC ha difficoltà nel portare le storie sul grande schermo senza cambiarle. “La Trilogia del Cavaliere Oscuro” è stato un enorme successo, ma ha portato Batman fuori dal mondo dei fumetti per un’ambientazione più realistica. Sono scomparsi i costumi variopinti e i villain eccentrici.

Mentre i fan sono divisi sulla discutibile qualità dei film DC, sembra che quasi tutti siano d’accordo sul fatto che l’universo animato DC sia grandioso. Iniziato con “Batman: The Animated Series” nel 1992, e continuato fino a “Justice League Unlimited” nel 2006, queste serie hanno affascinato allo stesso tempo grandi e piccini. Di seguito ecco 15 volte in cui le serie animate DC sono state migliori dei film.

15. I GUARDIANI DELL’UNIVERSO

Il film “Lanterna Verde” del 2011 non è stato accolto dai fan nel modo in cui la Warner aveva sperato. Sono state molte le lamentele per l’uso spropositato del CGI, la trama troppo piena di villain e confusionaria. Ryan Reynolds interpreta Hal Jordan, un pilota di successo che è chiamato dal Corpo delle Lanterne Verdi. Jordan dovrà allenarsi sotto la guida di Sinestro, fermare lo psichico Hector Hammond, e evitare che Parallax distrugga la terra.

Le origini di Lanterna Verde sono state adattate in un episodio di “Superman: The Animated Series“, intitolato “I Guardiani dell’Universo” (1999). In questa versione della storia, Kyle Rayner, un artista che lavora per il Daily Planet, ottiene l’anello, sebbene il suo design e origini siano palesemente basate su Hal Jordan. La storia è anche più semplice, inizia con Rayner che ottiene l’anello e deve imparare ad utilizzare i suoi poteri. Sinestro prova a distruggere lui e l’anello, e Superman interviene per proteggere Rayner. L’episodio fa un lavoro decisamente migliore del film, introducendo il mito di Lanterna Verde in soli 22 minuti.

14. GIUDIZIO FINALE

Doomsday viene ricordato per aver ucciso Superman in “Superman“#75 (1993) (Dan Jurgens), e per essere stato inserito forzatamente in “Batman V Superman: Dawn of Justice” (2016). Creato quando Lex Luthor combina il suo sangue con il corpo del Generale Zod, nel film Doomsday si mostra per un rapido scontro che precipita rapidamente con la morte di Superman, abbattendo così l’eroe dopo poche scene dalla sua introduzione.

Doomsday viene trattato con più rispetto nella serie animata della “Justice League“, specialmente nell’episodio “Giudizio Finale” (2005). In questa versione della storia, viene rivelato che Doomsday non è altro che un clone mal riuscito di Superman , creato dal progetto CADMUS, in un tentativo di creare un’arma da usare appunto contro i meta-umani. Doomsday, come aveva programmato, evade e insegue il nostro eroe. Mentre Superman non muore in questa versione, le origini di Doomsday sono state drasticamente cambiate dal fumetto. Dopo che Superman riesce a imprigionarlo nella lava, cerca di ragionare con lui, ma la conversazione finisce con Doomsday che risponde freddamente dicendo che quando sarà libero, continuerà a cercarlo per ucciderlo, non importa come.

13. UN GRANDE AMORE

Tra i tanti personaggi presenti nella mitologia di Batman, l’aggiunta di Harley Quinn nella serie “Batman: The Animated Series” è sicuramente degna di nota. Ha fatto il suo debutto sul grande schermo in “Suicide Squad” (2016), dove è descritta come la malata fidanzata del Joker. Nel film le sue origini ci mostrano che era una psicoterapeuta di Arkham, e che è stata costretta a subire un trattamento forzato con elettroshock e lo stesso bagno chimico che ha dato vita al Joker.

Le origini animate di Harley sono state esplorate per la prima volta nell’episodio “Un Grande Amore” (1999), episodio adattato poi in un fumetto all’interno di una serie di tie-in, affiancati alla serie animata. Il cartone ci propone una storia molto simile a quella del film, sebbene aumenti di spessore all’approfondire la relazione esistente tra Harley e Joker. A partire da quando lei prova ad affrontarlo dopo ogni arresto, pian piano inizia a vederlo come una vittima. In realtà Joker la sta manipolando per farsi aiutare, ma lei ingenuamente inizia ad innamorarsi di lui. Questa versione della storia è ancora più tragica, dipinge Harley come un personaggio triste, in conflitto e coinvolto in una relazione violenta e malsana.

12. CUORE DI GHIACCIO

Uno degli errori di casting più imperdonabili mai commessi fu proprio scegliere Arnold Schwarzenegger come Mr Freeze in “Batman & Robin” (1997). Il suo Mr Freeze era precedentemente uno scienziato/atleta olimpico coinvolto in un incidente durante un esperimento criogenico su sua moglie. Indossa una tuta speciale per conservare il proprio corpo a temperature rigide, che allo stesso tempo potenzia la sua pistola congelante. Ama addirittura fare giochi di parole con il ghiaccio e apparentemente fa cantare e ballare i propri tirapiedi mentre li appende nel suo nascondiglio.

In realtà questa caratterizzazione si basa sull’episodio “Cuore di Ghiaccio” (1992), da “Batman: The Animated Series”. Sorprendentemente la versione della serie animata è meno demenziale rispetto a quella del live action: Victor Freeze è in cerca di vendetta per la morte di sua moglie, già malata e criogenicamente congelata, morta a causa dello stesso incidente che lo ha trasformato in Mr Freeze. Per questo Freeze non ha tempo per giocare, ed è troppo sconvolto dal dolore per provare ancora emozioni. La sua pelle è congelata, ma il suo cuore è ghiaccio puro.


Autore dell'articolo: Ben Reilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *